Volo rettilineo livellato

Oggi ti consigliamo di effettuare questa esercitazione che è anche una delle più importanti per chi è agli inizi: riguarda infatti il volo rettilineo livellato, una delle manovre fondamentali in aviazione.

Il nome sembra indicare due manovre separate anzichè una sola e in effetti è proprio così.

Volo rettilineo significa che il muso dell’aeroplano resta puntato in una direzione mentre le ali rimangono parallele all’asse dell’ orizzonte.

Volo livellato indica che l’altitudine dell’aereo non varia.

Sembra un esercizio banale ma non è così scontato!

Inoltre per questo compito è necessario utilizzare il trim.

Vedremo l’utilizzo del trim nel videocorso di volo simulato, per il momento esercitati ad impostare un volo, scegli un aeromobile leggero (può andare bene un Piper, un Cessna o il Beechcraft Baron 58) porta l’aereo ad una quota di 2000 piedi e cerca di mantenere un assetto rettilineo e livellato.

Effettua qualche virata e poi riporta l’aeromobile in assetto rettilineo e livellato. Cerca di mantenere la quota di 2000 piedi.

Commenta questo articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*