Quando iniziare a volare nelle Virtual Airline?

Volare con una compagnia aerea virtuale richiede un certo impegno, pratica e disponibilità di tempo e per questo non è da tutti. Io stesso volo solo saltuariamente nelle Virtual Airline.

Tutto dipende da quello che vuoi fare e da quello che ti senti di fare.

Alcuni preferiscono fare voli liberi e scegliersi le proprie rotte mentre altri prediligono volare su IVAO o intraprendere delle carriere da pilota all’interno di compagnie aeree virtuali.

Sta a te scegliere cosa ti è più congeniale con il tempo capirai qual’è la tua strada 🙂

Quando ti sentirai pronto potrai iscriverti a qualche compagnia aerea virtuale e volare con altri utenti e seguire un percorso da pilota 🙂

Ecco ad esempio alcune Virtual Airline:
http://www.mediterraneavirtual.com/med2/lnk_vait_i.htm

Se prediligi il volo VFR allora è meglio una compagnia come Orio Virtual (per il volo VFR dovresti però dotarti di un buon pc con ottima risoluzione grafica altrimenti non ha molto senso. Nel volo “a vista” devi poter individuare i punti di riferimento a terra come campanili, strade, laghetti etc etc.).

Nel volo IFR la grafica è meno importante poichè utilizziamo gli strumenti di bordo per orientarci.

Ti posso anche dire che se voli su IVAO devi per forza imparare come funzionano le SID e le STAR (in particolare le SID) poichè ti vengono sempre richieste dai controllori di volo alla partenza.

Oltre a questo devi dotarti di microfono e cuffie e devi imparare la “fonia” (in Italiano è accettata se voli su territorio Italiano, se voli all’estero devi imparare la fonia in Inglese).

Per le tratte transoceaniche ci sono anche altre cose da imparare.
Es. http://occ.ivao.aero/index.php?site=pilots

In sostanza ci possono essere 3 modalità di volo:

1) volo semplice: accendi il simulatore e ti fai tu le rotte che preferisci, se lo desideri segui i consigli (spesso errati) della torre di controllo offerti da FSX. Parti e decolli quando vuoi etc etc. Questa è la modalità di volo più rilassata!

2) voli su IVAO (o VATSIM analogo a ivao): decidi tu le tratte di volo ma sei obbligato a seguire le SID che ti vengono assegnate, devi accendere i motori, fare il rullaggio e decollare quando te lo dicono i controllori, devi imparare la fonia e comunicare con loro, devi seguire i vettori che ti vengono assegnati, i circuiti di traffico, i livelli di volo etc.

3) voli con una compagnia aerea virtuale: qui oltre a fare tutto quello indicato nel punto 2 intraprendi in genere anche una carriera virtuale e in base alle ore di volo che accumuli ricevi i gradi da pilota. In genere devi anche garantire un minimo di ore di volo (es. minimo 10 ore al mese).

Per quanto riguarda l’aeromobile vale lo stesso discorso di cui sopra: è questione di gusti. C’è chi ama gli Airbus, chi i Boeing, chi gli MD80.

Sei tu che devi trovare l’aereo che ti piace di più!
Il consiglio è di sperimentarli un po’ tutti e poi scegliere con calma.

Ti posso dire che nel volo VFR in genere si usano aerei piccoli come il Cessna 172 o il Piper o il Mooney Bravo e si arriva al massimo fino ai BB58. Nei transoceanici si usano aeromobili come il B747, B777 o A340, A380 etc. ma nulla vieta di  utilizzare un  qualsiasi altro aeromobile adatto a questi voli.

Se voli con una compagnia virtuale devi per forza di cose utilizzare gli aeromobili di cui dispone la compagnia.

Per concludere posso dirti che se il volo simulato ti appassiona molto non devi fare altro che leggere, leggere, leggere, imparare e volare, volare volare per molte ore!!

Pubblicato da Steve Bellotti

Potrebbe interessarti anche..
Non volo molto spesso perchè è abbastanza impegnativo in termini di tempo e nel senso

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*