Holding (circuito d’attesa) in totale sicurezza

holding - circuito

Quando si desidera mettere un velivolo in modalità d’attesa, nei casi in cui l’area predisposta alla discesa o la pista stessa dovessero essere occupate da un altro aereo, si ricorre a delle procedure definite “Holding”.

In questa circostanza si riceve un avviso dalla torre di controllo, la quale indica un punto specifico in cui andare o di compiere un ulteriore giro, al fine di iniziare la manovra, sino al momento in cui non sarà possibile effettuare le manovre di atterraggio.

Una delle svariate caratteristiche della Holding è quella di tenere l’aereo all’interno di una porzione di spazio ben precisa e dettagliata. La traiettoria che viene definita prende il nome di Holding Pattern, per via della forma caratteristica: è caratterizzata da due tratti rettilinei che collimano in due virate di 180 gradi ciascuna, quasi come fossero un’inversione a U.

Nel mezzo di una procedura di attesa, è costantemente presente un’assistenza radio, o si ricorre ad un holding fix: quando ci si avvicina al fix si parla di Inbound track, viceversa di Outbound track.

L’area che circonda la holding serve a mo’ di protezione e le sue dimensioni aumentano in maniera direttamente proporzionale alla quota raggiunta.

Nello specifico l’aereo vola a una velocità ben definita, vira a destra in modo da allontanarsi dalla pista alla sua sinistra, formando un angolo di circa 25 gradi o un rateo di 3 gradi al secondo, scegliendo quello che fornisce l’inclinazione minore.

Si entra nel circuito di holding solo quando si è stabilito il settore in cui è presente la rotta di arrivo.

I settori sono numerati, immaginiamo una circonferenza suddivisa in quattro parti, cominciando a numerare dalla porzione in alto a sinistra in senso orario.

Se l’entrata è prevista nel settore 1, si parla di entrata parallela: l’aereo compie una prima virata a sinistra, una seconda virata sempre nello stesso lato e intercetta poi l’inbound track.

Per il settore due si parla di entrata indiretta: stavolta l’aereo percorre una rotta che forma un angolo di 30 gradi con l’inverso della rotta inbound, successivamente vira a destra sino al momento in cui intercetta la rotta inbound. Settore 3: virata a destra, e si segue il circuito.

Relativamente alle tempistiche è bene sapere che i tratti rettilinei devono essere di un minuto quando si parla di altezze di circa 14000 piedi, e di un minuto e mezzo per quote più alte.

Se siamo nel mezzo di una holding, bisogna attendere 5 minuti prima che un altro velivolo possa attraversare il nostro stesso livello.

Le procedura d’attesa finora esemplificate vengono effettuate fuori da nuclei urbani in modo da operare in completa sicurezza, prestate perciò attenzione quando ne effettuate una, sia per la sicurezza del vostro velivolo che per quello degli altri aerei circostanti.

 

 

Potrebbe interessarti anche..
Per chi non conosce l'argomento, o per chi è alle prime armi, i termini NavAids
Per pianificare un volo a tavolino è molto importante cominciare considerando una situazione meteo preliminare,
Il termine EFIS (Electronic Flight Instrument System) indica un sistema di controllo dei parametri di
Per "avvicinamento" si intende tutta la procedura che inizia dalla fine di un eventuale STAR
Molti utenti che iniziano a pilotare manifestano questo problema comune. Non si tratta di un

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*