Differenze tra piccoli e grandi aeromobili

Oggi voglio spendere due parole sulle differenze tra i piccoli ed i grandi aeromobili.

A parte le evidenti differenze di peso, capienza e portata vi sono alcune differenze che non sono così intuibili e scontate.

La prima è che i grandi aeromobili sono spesso, e paradossalmente (nel volo simulato), più semplici da pilotare rispetto ai piccoli aeromobili: questo perchè la maggior parte delle procedure avviene sotto il controllo del pilota automatico e le reazioni sono più “lente” e meno brusche rispetto a quelle di un piccolo aeromobile.

La seconda è che per i grandi aeromobili la fase di avvicinamento (detta anche “approach”) è molto delicata e deve avvenire parecchie miglia prima dell’aeroporto (in genere dobbiamo trovarci perfettamente orientati alla pista già a 25/50 miglia da essa).

Se un piccolo aeromobile può correggere la sua rotta anche a pochi metri dalla pista, ciò non può essere fatto con la stessa maneggevolezza da un grande aeromobile.

RICORDA: un buon atterraggio è frutto di una buona pianificazione di volo ma soprattutto di un buon avvicinamento.
Pubblicato da Steve Bellotti

Potrebbe interessarti anche..
Il volo strumentale presenta varie fasi. In primo luogo, un pilota presenta un piano di
Per chi non conosce l'argomento, o per chi è alle prime armi, i termini NavAids
Per pianificare un volo a tavolino è molto importante cominciare considerando una situazione meteo preliminare,
Quando si desidera mettere un velivolo in modalità d'attesa, nei casi in cui l'area predisposta
Il termine EFIS (Electronic Flight Instrument System) indica un sistema di controllo dei parametri di

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*