Differenze tra piccoli e grandi aeromobili



Oggi voglio spendere due parole sulle differenze tra i piccoli ed i grandi aeromobili.

A parte le evidenti differenze di peso, capienza e portata vi sono alcune differenze che non sono così intuibili e scontate.

La prima è che i grandi aeromobili sono spesso, e paradossalmente (nel volo simulato), più semplici da pilotare rispetto ai piccoli aeromobili: questo perchè la maggior parte delle procedure avviene sotto il controllo del pilota automatico e le reazioni sono più “lente” e meno brusche rispetto a quelle di un piccolo aeromobile.



La seconda è che per i grandi aeromobili la fase di avvicinamento (detta anche “approach”) è molto delicata e deve avvenire parecchie miglia prima dell’aeroporto (in genere dobbiamo trovarci perfettamente orientati alla pista già a 25/50 miglia da essa).

Se un piccolo aeromobile può correggere la sua rotta anche a pochi metri dalla pista, ciò non può essere fatto con la stessa maneggevolezza da un grande aeromobile.

RICORDA: un buon atterraggio è frutto di una buona pianificazione di volo ma soprattutto di un buon avvicinamento.
Pubblicato da Steve Bellotti



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.